D. F. Wallace nasce a Ithaca il 21 febbraio del 1962. I suoi genitori sono insegnanti. Dopo la quarta elementare si trasferisce a Urbana dove frequenta la Yankee Ridge School. Alle scuole superiori coltiva la sua passione per lo sport (football e tennis). Prima di laurearsi all’Amherst College (lo stesso frequentato dal padre) scrive una tesi in filosofia e un romanzo. Consegue una laurea in letteratura inglese e filosofia, con specializzazione in logica modale e matematica. Frequenta il primo semestre del corso di filosofia presso l’Università di Harvard, ma il ricovero nella clinica psichiatrica McLean’s, nel 1989, lo costringe ad abbandonare gli studi. Nel 1987 ottiene un Master of Fine Arts in scrittura creativa alla University of Arizona. Insegna alla Illinois State University per gran parte degli anni Novanta. Nell’autunno del 2002 diventa professore di scrittura creativa e letteratura inglese al Pomona College, in California. Muore a Ithaca il 12 settembre 2008. La sua produzione letteraria comprende: “La scopa del sistema” (1987), “Infinite jest” (1996), “La ragazza dai capelli strani” (1998), Brevi interviste con uomini schifosi” (2000), “Una cosa divertente che non farò mai più” (1998) e “Considera l’aragosta” (2006). Postumi: “Questa è l’acqua” (2009), “Il re pallido” (2011), “Il tennis come esperienza religiosa”, “Democrazia e commercio agli US Open” e “Federer come esperienza religiosa” (tutti nel 2012). (fonte sapere.it)