Nadia Terranova nasce a Messina nel 1978. Si laurea in Filosofia nella sua città e ottiene il dottorato a Catania. Nel 2003 si trasferisce a Roma. Si dedica alla stesura del suo primo romanzo, “Gli anni al contrario”, che esce 2015. Il romanzo vince molti premi, tra cui il Bagutta Opera Prima, il Premio Brancati e l’americano The Bridge Book Award. Dal 2012 pubblica libri per ragazzi, fra i quali “Bruno. Il bambino che imparò a volare”, ispirato alla vita di Bruno Schulz, scrittore ebreo polacco, con il quale vince il Premio Laura Orvieto e il Premio Napoli, “Le nuvole per terra” e nel 2016 “Casca il mondo”. Nel 2018 esce “Addio fantasmi”, che entra nella cinquina del Premio Strega 2019. Nel marzo 2019 esce “Omero è stato qui” illustrato da Vanna Vinci, a maggio 2020 la raccolta di racconti “Come una storia d’amore”, a novembre 2020 “Aladino e la lampada magica” con le illustrazioni di Lorenzo Mattotti e nel dicembre dello stesso anno “Non sono mai stata via. Vita in esilio di Maria Zambrano”. Nel 2021 esce il libro “La frontiera raccontata ai ragazzi che sognano un mondo senza frontiere”, trasposizione del reportage di Alessandro Leogrande in un racconto per ragazzi. Collabora con numerosi blog e riviste e le sue opere vengono tradotte in molti paesi.