“Rosalino, qual è San Felipe?”
“Quien sabe, señor?” dice Rosalino. E guarda verso i villaggi di là del sole della savana con neri occhi che non vedono.
Risuona nella sua voce l’inevitabile piatto accento dell’indifferenza, sottolineato da rassegnazione, ed è come se dicesse: non conviene a un uomo sapere queste cose. Non conviene sapere nulla, neanche il proprio nome, tra gli indiani.

(“In Messico” – David H. Lawrence)