Salvatore Quasimodo nasce a Modica il 20 agosto 1901. Durante l’infanzia vaga da un paese all’altro della Sicilia orientale perché il padre fa il capostazione. Si diploma all’Istituto Tecnico di Messina e intanto pubblica poesie su alcune riviste locali. Nel 1919 è a Roma per studiare ingegneria. Frequenta anche corsi di Latino e Greco. Lavora come disegnatore tecnico, magazziniere, geometra. Nel 1926, per lavoro, è a Reggio Calabria. Nel 1931 a Imperia, impiegato nel Genio Civile, e poi a Genova. Nel 1934 si trasferisce a Milano: qui lavora nel settore editoriale come segretario di Cesare Zavattini. Collabora con la rivista fiorentina “Letteratura”. Nel 1941 riceve la cattedra di Italiano al Conservatorio “Giuseppe Verdi” di Milano, insegnamento che terrà fino alla sua morte. Nel 1959 riceve il premio Nobel. Muore a Napoli il 14 giugno 1968. La sua intera produzione poetica è raccolta negli Oscar Mondadori (“Salvatore Quasimodo. Tutte le poesie” ristampa 2018)