Vittorio Lingiardi nasce a Milano il 10 ottobre del 1960, è psichiatra e psicoanalista, professore ordinario di Psicologia Dinamica alla Sapienza di Roma. Dal 1985 al 1998 svolge attività clinica e di ricerca presso l’Istituto di Clinica Psichiatrica dell’Università degli Studi di Milano e presso l’Ospedale San Raffaele di Milano. Negli anni 1987-1988, e nuovamente nel 1995, trascorre periodi di studio e formazione negli Stati Uniti e in Canada. Nel 2018 riceve il Premio Musatti della Società Psicoanalitica Italiana e nel 2020 il Research Award della Society for Psychoanalysis and Psychoanalytic Psychology (Division 39) dell’American Psychological Association. Collabora con il “Venerdì di Repubblica”, “la Repubblica” e l’inserto culturale de “Il Sole 24 Ore”. Tra i suoi libri: “Citizen gay. Affetti e diritti” (2016), “Mindscapes. Psiche nel paesaggio” (2017), “Diagnosi e destino” (2018), “Io, tu, noi. Vivere con se stessi, l’altro, gli altri” (2019), “Arcipelago N” (2021). È autore di raccolte di poesie tra cui: “La confusione è precisa in amore” (2012) e “Alterazioni del ritmo” (2015).